Regolamento qualificazioni Mondiali 2023 basket: chi si qualifica, come funzionano le due fasi

Italia basket - Foto "Fiba.basketball"

Il regolamento delle qualificazioni ai Mondiali di basket 2023, con tutto quello che c’è da sapere sul funzionamento delle due fasi e su chi si qualifica alla fase finale del torneo che si giocherà dal 25 agosto al 10 settembre 2023 tra Giappone, Indonesia e Filippine. Innanzitutto, la prima fase prevede la partecipazione di 32 squadre suddivise in otto gironi: questa prima parte di qualificazione si terrà in tre “finestre”, la prima a novembre 2021, la seconda a febbraio 2022 e la terza a giugno 2022.

RISULTATI E CLASSIFICHE QUALIFICAZIONI MONDIALI

QUALIFICAZIONI MONDIALI: IL CALENDARIO DELL’ITALIA

LA SECONDA FASE – I gironi saranno “all’italiana” con andata e ritorno, con le prime tre squadre che otterranno il passaggio alla seconda fase. In questa fase, che si terrà in tre finestre da agosto 2022 a febbraio 2023, le 24 Nazionali qualificate verranno distribuite in quattro gironi secondo degli accoppiamenti già stabiliti. Le prime tre del girone A affronteranno le prime tre del girone B (formando il girone I), quelle del girone C se la vedranno con le prime tre del girone D (formando il girone J) e così via per gli altri quattro gironi (E-F, che formeranno il girone K, e G-H, nel girone L).

L’aspetto particolare è che nella seconda fase si affronteranno su andata e ritorno solo le formazioni che non si sono affrontate nella prima. Inoltre, si terrà ancora conto dei risultati della seconda fase, nel senso che lo score di vittorie e sconfitte verrà trasferito e proseguirà nella seconda parte di qualificazioni. Insomma, come recita lo slogan tanto caro alla FIBA, “ogni partita conta”.

COSA SUCCEDE IN CASO DI PARITÀ – Ecco infine come verranno gestiti eventuali casi di parità. Innanzitutto, il numero di vittorie e sconfitte. Poi, si terrà conto delle partite tra le squadre coinvolte secondo questo ordine: differenze di punti segnati; numero di punti realizzati. Se ancora non dovesse bastare, si procederà a tenere conto di tutte le partite del girone, sempre nell’ordine: differenze di punti segnati e numero di punti realizzati. Come ultima ipotesi, si procederà al sorteggio.