Primo colpo del mercato del basket: Milano riporta in Italia Davide Moretti

Italia basket Under 20 Davide Moretti, Italbasket Under 20 - Foto "fiba.basketball"

Il primo colpo del basketmercato per la stagione che verrà, aspettando di conoscere se ci sarà un’improbabile appendice estiva di quella attuale solo per l’EuroLega, lo ha battuto Milano: Davide Moretti, dopo tre anni in Ncaa a Texas Tech, ritornerà da questa parte dell’Oceano. Farà il playmaker per l’Olimpia vestita Ax Armani Exchange di Ettore Messina, che ai tempi della Virtus Bologna allenò il papà Paolo: affare fatto per un contratto di 2 anni + 1 il che partirà da un ingaggio da 250mila euro per la prima stagione, salirà a 350 mila euro per la seconda e lieviterà a 400mila se si protrarrà fino alla terza. Per l’ufficialità, ultimo dettaglio mancante, si aspetterà la fine della stagione di EuroLega che potrebbe arrivare nelle prossime ore: nella sostanza, in attesa che lo sia anche nella forma, l’operazione è più che conclusa.

Con il botto del playmaker 22enne, ritenuto dei migliori prospetti europei in Ncaa, Milano inaugura la lunga estate del mercato dei canestri. Per il prossimo innesto è asta con la Virtus Bologna, che forse si era mossa in anticipo sul lotto, su Amar Alibegovic, in uscita da Roma dopo il disimpegno dalla Virtus annunciato dal patron Toti. Nei piani dell’Olimpia, con Burns e Brooks candidati a uscire, c’è spazio anche per una visione molto interessata di cosa succederà tra Datome e il Fenerbahce: l’Olimpia, in caso di separazione consensuale a fine stagione, è pronta a muoversi per “Gigione”. Nella lista del coach/presidente Ettore Messina c’è anche un esterno di grido: Malcom Delaney, uscito dal Barcellona, resta una strada percorribile (forse non la prima scelta); per Brad Wanamaker, forse il preferito, si aspetterà di capire cosa succederà ai Boston Celtics. Sul fronte dei lunghi si monitora la situazione di Kyle Hines: in caso di uscita dal contratto col Cska Mosca, Milano è pronta a inserirsi.

Oggi, intanto, l’Olimpia sarà uno degli undici grandi elettori, i club in possesso di una licenza pluriennale, che voteranno sul destino dell’attuale stagione di EuroLega. Gli exit poll della vigilia, rinvigoriti dal no alla ripresa espresso dai giocatori, danno in vantaggio il fronte delle società favorevoli alla chiusura e a riattaccare la spina nella prossima annata. Qualora dovesse arrivare il rompete le righe, ogni momento potrebbe essere quello buono per l’ufficialità di Davide Moretti in biancorosso.