NBA, playoff 2018: Indiana sorprende Cleveland in gara-1 con un super Oladipo

di - 16 aprile 2018
Victor Oladipo
Victor Oladipo, Indiana Pacers 2017-2018 - Foto Keith Allison CC BY-SA 2.0

Sorpresa alla Quicken Loans Arena, dove i Cleveland Cavaliers vengono battuti 98-80 dagli Indiana Pacers in gara-1 del primo turno dei Playoff NBA. Una vittoria inaspettata quella degli ospiti, capaci di rimanere in vantaggio dall’inizio alla fine dopo una partenza molto reattiva e una difesa che ha limitato al meglio i punti di forza offensiva di James e compagni. Top scorer e migliore in campo è senza dubbio Victor Oladipo, trascinatore dei Pacers con 32 punti, 6 rimbalzi e 4 assist. Ma la prova di squadra di Indiana porta in doppia cifra anche Bogdanovic (15 punti), Turner (16 punti) e Stephenson (12 punti). I Cleveland Cavaliers vengono ovviamente trascinati da Lebron James, che con 24 punti, 10 rimbalzi e 12 assist trova una tripla doppia che però non basta ad ovviare a una prestazione a tratti sconcertante dei padroni di casa.

La cronaca – L’inizio di partita non è esattamente spettacolare, con tanti errori da una parte e dall’altra. Si segna poco ma l’organizzazione dei Pacers contrapposta all’andamento lento dei Cavaliers permettono a Indiana di salire sul 10-4 a metà del primo quarto. Il ritmo dei Cavs non cambia, con diversi possessi gestiti malamente da James e compagni. I Pacers non si fanno pregare: Bogdanovic e Oladipo seminano il panico nella difesa avversaria e fissano il punteggio su un inatteso 20-6 in favore di Indiana. Negli ultimi minuti si accende anche Stephenson, che riporta in attualità le tensioni con Lebron e poi mette a segno i punti che portano il primo quarto a chiudersi sul 33-14 in favore dei Pacers. Il secondo quarto si apre in modo decisamente diverso, perchè i Pacers concedono qualcosa e James inizia a trovare la via del canestro. Così Cleveland nei primi minuti firma un parziale da 9-1 che riporta sotto i padroni di casa, prima però che la difesa torni a ballare sotto i colpi delle penetrazioni di Stephenson. Il numero 1 di Indiana trova i punti del 40-23 dopo 16 minuti, per un vantaggio che resta invariato fino all’intervallo. Le squadre vanno al riposo con i Pacers avanti 55-38, mentre i Cavaliers cercano soluzioni a problemi offensivi e difensivi che non sembrano avere fine nella serata odierna.

Il terzo quarto inizia con un 4-0 di Indiana e il timeout di Cleveland, cui l’intervallo non sembra aver portato gli effetti sperati. A provare a suonare la carica è Jr Smith, che trova cinque punti in pochi secondi e riporta a -13 i padroni di casa. Indiana vive il suo momento peggiore nella fase centrale e finale del terzo periodo, attaccando molto male e concedendo qualcosa in più in difesa rispetto al primo tempo. E allora Lebron suona la carica, insieme a un Kevin Love che trova la tripla del -7 e sbaglia il libero supplementare che avrebbe potuto infiammare ulteriormente la Quicken Loans Arena. Ad acuire le difficoltà dei Pacers ci prova anche il “solito” Lance Stephenson, che si fa fischiare un fallo tecnico su Lebron, il quale mette due liberi su tre. Alla terza sirena Indiana rimane davanti sul 73-65, ma la partita appare più aperta che mai.

Nei primi minuti dell’ultimo quarto entra nelle fila ospiti un Domantas Sabonis che si rivela incredibilmente utile con 4 punti e 4 rimbalzi. A chiudere virtualmente il match è ancora Victor Oladipo, che riporta a 14 punti il margine dei suoi mentre Cleveland continua a sbagliare quasi tutto lo sbagliabile. L’ultimo sussulto dei Cavs è dato dalla tripla di Hood per il -12 a quattro minuti dalla fine, ma gli ultimi minuti hanno davvero ben poco da dire. Finisce 98-80 per Indiana, che ribalta il fattore campo e fa pensare a una serie molto meno chiusa di quella che poteva sembrare alla vigilia.

RIVIVI IL LIVE SU SPORTFACE.IT

© riproduzione riservata