NBA Conference Finals 2018: Cleveland batte Boston in gara 3, svantaggio dimezzato nella serie

di - 20 maggio 2018
LeBron James e Larry Nance Jr
LeBron James e Larry Nance Jr, Cleveland Cavaliers 2017-2018 - Foto Erik Drost CC BY-SA 2.0

I Cleveland Cavaliers si rialzano e in casa, in gara 3 delle finali di Eastern Conference NBA, battono i Boston Celtics con il netto risultato di 116-86 accorciando le distanze nella serie, che ora vede i verdi avanti 2-1.

TUTTI I RISULTATI DEI PLAYOFF NBA

Finalmente una prestazione di squadra per i vicecampioni in carica, con LeBron James ancora una volta in ottima forma ma aiutato consistentemente dai compagni e quindi meno costretto rispetto ad altre volte a faticare per cinque. Oltre al numero 23, che ai 27 punti aggiunge anche 12 preziosi assist, sono ben 5 i giocatori che raggiungono la doppia cifra: Kevin Love, Tristan Thompson, J.R. Smith, George Hill e Kyle Korver. Quest’ultimo vanta nella gara della notte un ottimo 4/4 da tre, che ne impreziosisce la prestazione. Negli ospiti, il miglior realizzatore, unico autore di una prestazione di buon livello, è Jason Tatum, autore di 18 punti.

LA CRONACA – Venendo alla partita, la svolta si ha già nel primo quarto, con i padroni di casa che scappano immediatamente e alla sirena che mette fine al parziale hanno già accumulato 15 punti di vantaggio (punteggio di 32-17). I Cavs arrivano a metà gara avanti di 20 lunghezze, distacco che manterranno più o meno fino all’ultima frazione, quando aumenterà fino ai 30 punti della sirena finale. Partita che vuol dire tanto per il proseguo della serie, visto che per la prima volta dopo tanto tempo non si parlerà di un LeBron trascinatore senza nessuno a supportarlo, ma di una squadra che ha brillato con numerosi elementi e che ora può provare a completare la rimonta.

© riproduzione riservata