NBA 2020/2021: Lakers ko a Washington, il duo Brown-Tatum colpisce Charlotte. Suns, playoff dopo 11 anni

Jaylen Brown, Boston Celtics Official Facebook Page Jaylen Brown, Boston Celtics Official Facebook Page

I risultati della notte italiana tra mercoledì 28 e giovedì 29 aprile ha visto in scena lo svolgersi di dieci partite della regular season NBA 2020/2021. I Lakers attendono ancora il ritorno di LeBron James, ma nel frattempo cadono per la quarta volta nelle ultime 5 partite: passa Washington con la tripla doppia di Russell Westbrook. Boston cavalca contro Charlotte i 73 punti complessivi del duo Brown-Tatum, Phoenix allunga sui Clippers in classifica e ottiene un posto ai playoff dopo ben 11 anni. Nikola Jokic blocca Zion Williamson nel finale: Denver quindi blocca New Orleans. Successi playoff per New York e Miami, tutto facile per Philadelphia e Utah con Atlanta e Sacramento, vittorie in trasferta per Portland e Orlando.

LE CLASSIFICHE DELLE DUE CONFERENCE

Le altre partite:
I Phoenix Suns dovevano confermare il secondo seed dietro ai Jazz, e l’hanno fatto battendo i Clippers 109-101. Suns che hanno rischiato di essere riacciuffati nel quarto quarto, quando, come accade spesso, Chris Paul ha preso le redini ella partita: 28 punti e 10 assist per CP3, utili per certificare la qualificazione ai playoff dopo ben 11 anni. Non c’è partita a Philadelphia tra i 76ers e gli Atlanta Hawks, battuti per 127-83. La franchigia della città dell’Amore Fraterno avvicina così i Brooklyn Nets in vetta a Est, mentre gli Hawks sono alla seconda sconfitta consecutiva e alle loro spalle si fanno minacciose le avversarie.
Ad approfittare della sconfitta degli Hawks sono i New York Knicks, che superano i Chicago Bulls per 113-94 e si godono il quarto seed in solitaria: ancora una volta decisive le prestazioni di Julius Randle e RJ Barrett, autori rispettivamente di 34 e 22 punti. Vincono i Miami Heat la sfida con i San Antonio Spurs per 116-111 e danno una bella scossa alla classifica avvicinando Atlanta e, soprattutto, staccando Charlotte. Non una vittoria facile, però, per i ragazzi di Spoelstra che soffrono per tre quarti, ma poi mettono a segno il parziale decisivo che ribalta la situazione. Match vinto di squadra con Kendrick Nunn, Goran Dragic e Dewayne Dedmon autori di 18 punti.
In lotta per il quinto seed dei Lakers ci sono anche i Portland Trail Blazers, ora a due partite di distanza: battuti i Memphis Grizzlies per 109-130 in un match dominato fin dal primo tempo e condotto dai ventelli di CJ McCollum, Norman Powell e Damian Lillard. Restano davanti a Phoenix, invece, gli Utah Jazz che demoliscono in trasferta i Sacramento Kings 105-154. Match chiuso nel secondo quarto con un parziale di 46-17, e ovviamente match dove i Jazz portano otto giocatori in doppia cifra, con Bojan Bogdanovic miglior marcatore con 24 punti.

Vittoria di strettissima misura, invece, per i Denver Nuggets che superano i New Orleans Pelicans 114-112. Un successo ottenuto grazie a una giocata contestata nel finale da parte di Nikola Jokic, che stoppa da dietro Zion Williamson a 2.2 secondi dal termine del match (colpendo sia il pallone, che in parte l’avversario): i Nuggets staccano così i Lakers e si avvicinano ai Clippers. Infine, ennesima sconfitta per i Cleveland Cavaliers che cedono in casa agli Orlando Magic per 104-109, in un match dove gli ospiti toccano il +23 a inizio ultimo quarto, ma vengono rimontati fino al pareggio e solo nel finale acciuffano il successo.

Tutti i risultati:

Boston Celtics-Charlotte Hornets 120-111

Washington Wizards-Los Angeles Lakers 116-107

Phoenix Suns-Los Angeles Clippers 109-101

Philadelphia 76ers-Atlanta Hawks 127-83

New York Knicks-Chicago Bulls 113-94

Miami Heat-San Antonio Spurs 116-111

Memphis Grizzlies-Portland Trail Blazers 109-130

Sacramento Kings-Utah Jazz 105-154

Denver Nuggets-New Orleans Pelicans 114-112

Cleveland Cavaliers-Orlando Magic 104-109