NBA 2019/2020: Kyle Kuzma regala la vittoria ai Lakers, Butler ferma Warren

Jimmy Butler, Miami Heat Official Facebook Page Jimmy Butler, Miami Heat Official Facebook Page

I risultati della notte italiana tra lunedì 10 agosto e martedì 11 agosto ha visto in scena lo svolgersi di cinque partite della regular season NBA 2019/2020. Kyle Kuzma segna 25 punti e firma il canestro della vittoria a 4 decimi dalla sirena per i Lakers, che devono sudare fino all’ultimo contro le riserve di Denver nonostante di 56 punti della coppia James-Davis. Jimmy Butler torna in campo e con 19 punti vince il duello con T.J. Warren, Toronto batte Milwaukee in una gara contrassegnata dalle assenze. Dallas rimonta 22 punti a Utah con il duo Marjanovic-Hardaway Jr., Phoenix batte OKC grazie ai 35 punti di Devin Booker.

LE CLASSIFICHE DELLE DUE CONFERENCE

IL CALENDARIO CON TUTTE LE PARTITE NBA

MIAMI HEAT-INDIANA PACERS 114-92
Vittoria importante dei Miami Heat, che ritrovano Jimmy Butler in campo dopo l’infortunio al piede che lo aveva tenuto fuori nelle ultime tre sconfitte consecutive. I suoi 19 punti, 11 rimbalzi, 5 assist e 4 recuperi hanno guidato altri sei compagni in doppia cifra tra cui i 18 di Derrick Jones Jr. e i 17 di Tyler Herro in un successo che avvicina gli Heat al quarto posto in classifica. Lo scontro tanto atteso ha avuto un vincitore, e non è stato quello che finora aveva infiammato la bolla di Orlando. Tra i due “nemici” TJ Warren e Jimmy Butler è stato il secondo a uscirne meglio, mettendo la museruola al suo diretto avversario tenuto a 12 punti con 5 su 14 al tiro, di cui solo due arrivati nei 25 possessi in cui Butler ha marcato direttamente il numero 1 di Indiana. “Ha dettato i termini della partita” il commento di coach Spoelstra.

Le altre partite:

Nella Eastern Conference i primi della classe, i Milwaukee Bucks finiscono ko per 106-114 contro i lanciatissimi Toronto Raptors di questo periodo, ma la prima posizione in vista della post-season è già ampiamente in ghiaccio per la squadra del Wisconsin. No Giannis (Antetokounmpo) no party? I Bucks lasciano a riposo l’MVP e subiscono la sconfitta contro i canadesi che hanno visto ottime prestazioni da parte di Norman Powell (21 punti e 8 rimbalzi)Chris Boucher (25 punti e 11 rimbalzi)Matt Thomas (22 punti). I Raptors (a loro volta impegnati nel centellinare le energie dei titolari) non hanno lasciato scampo a Milwaukee, che ha ceduto alla distanza con un bottino di 14 su 43 da tre punti.

Tornando alla Wesrtern Conference gli Oklahoma City Thunder si prendono un turno di riposo e cadono nettamente 128-101 contro i Phoenix Suns che proseguono nel loro momento di grazia con la sesta vittoria in altrettanti incontri ad Orlando. La squadra di coach Donovan lascia a riposo Danilo Gallinari, Steven Adams e Shai Gilgeous-Alexander ma parte comunque a razzo con un ottimo 37-23 nel primo quarto. Da quel momento in poi, invece, sale in cattedra Devin Booker (35 punti in 29 minuti) e OKC sparisce dal campo. Tutto si decide nei due quarti centrali, con un parziale clamoroso di 75-44 che indirizza il match verso i Suns.

Rimanendo ad Ovest, i Dallas Mavericks risalgono da -22 e sorprendono per 122-114 gli Utah Jazz. I texani lasciano a riposo Luka Doncic e Kristaps Porzingis ma sfruttano la grande vena di Boban Marjanovic (20 punti e 9 rimbalzi) Seth Curry (22 punti con 4/6 da tre) e Tim Hardaway Jr che “esagera” con 27 punti e 11 su 15 dal campo. Utah, invece, toglie subito dal campo il quintetto titolare e dà spazio a ben otto “panchinari”, facendo intuire che la sconfitta non sarebbe stata un dramma in ottica Play-offs, per provare ad evitare l’accoppiamento con gli Houston Rockets di James Harden.

Tutti i risultati:

Los Angeles Lakers-Denver Nuggets 124-121

Miami Heat-Indiana Pacers 114-92

Milwaukee Bucks-Toronto Raptors 106-114

Phoenix Suns-Oklahoma City 128-101

Dallas Mavericks-Utah Jazz 122-114