Basket, squadre russe sospese da Eurolega ed Eurocup anche per la stagione 2022-23

Pallone Eurolega - Foto Cska Moscow official FB profile

Il board dell’ECA ha confermato la decisione di sospendere i club russi da Eurolega ed Eurocup anche per la stagione 2022/2023. Stop dunque alla licenza del Cska Mosca, tra i fondatori della competizione ma impossibilitato a prendervi parte. L’ECA spiega che alla base di tale scelta spiccano “le crescenti difficoltà di giocare contro squadre di quel Paese, tra restrizioni ai viaggi aerei e altre limitazioni al rilascio di visti ai residenti russi”.

Non solo basket, visto che anche altri sport come pallamano, hockey e calcio hanno deciso di applicare delle restrizioni nei confronti dei club russi. Per quanto riguarda la prossima Eurolega, dunque, a cui prenderanno parte sia l’Olimpia Milano che la Virtus Bologna, le wild card sono state assegnate a Partizan Belgrado e Valencia. In Eurocup, invece, i club italiani ai nastri di partenza saranno Trento, Brescia e Venezia.

Di seguito tutte le partecipanti alla prossima Eurolega: ALBA Berlino, Valencia Basket, Anadolu Efes Istanbul, Virtus Segafredo Bologna, Panathinaikos OPAP Atene, Fenerbahce Beko Istanbul, LDLC ASVEL Villeurbanne, AX Armani Exchange Milano, Baskonia Vitoria Gasteiz, FC Barcellona, Stella Rossa mts Belgrado, AS Monaco, Partizan NIS Belgrado, Maccabi Playtika Tel Aviv, FC Bayern Monaco, Olympiacos Pireo, Zalgiris Kaunas, Real Madrid.

Di seguito tutte le partecipanti alla prossima Eurocup: Germani Brescia, Umana Reyer Venezia e Dolomiti Energia Trentino, Buducnost Voli Podgorica, Cedevita Olimpija Ljubljana, Frutti Extra Bursaspor, Gran Canaria, Hamburg Towers, Hapoel Tel Aviv, JL Bourg en Bresse, Joventut Badalona, Lietkabelis Panevezys, London Lions, Paris Basketball, Prometey, Promitheas Patras, Ratiopharm Ulm, Slask Wroclaw, Turk Telekom Ankara e U-BT Cluj-Napoca.