Basket, Serie A1 2017/2018: Cantù domina Pistoia e prosegue la corsa playoff

di - 11 marzo 2018

La Red October Cantù domina al PalaDesio contro la The Flexx Pistoia nella ventunesima giornata del campionato italiano di basket serie A1 2017/2018. I toscani confermano l’allergia in trasferta dove non vincono da oltre cinque mesi (dieci sconfitte consecutive, ndr), mentre gli uomini di Sodini chiariscono di essere una delle squadre più in forma del momento imponendosi con il punteggio di 106-85.

LA CRONACA – In avvio di partita Burns e Gaspardo assumono il ruolo di protagonisti assoluti mandando messaggi diretti a coach Meo Sacchetti in vista di una convocazione in Nazionale: il ruolo di centro non è più vacante. Pistoia inizialmente riesce ad assorbire l’urto dello straripante atletismo Red October, sino a quando non si accende anche Smith che con quattro punti di fila apre un parziale di 6-0 per i padroni di casa (17-11) e prova ad avviare la mini-fuga. Cantù infila 26 punti nel solo primo quarto, ma la The Flexx si dimostra viva rimanendo a contatto sino al meno sei (26-20).

Pistoia inizia, però, in maniera eccessivamente soft il secondo periodo concedendosi troppi errori a gioca fermo in lunetta e scivolando sino al meno sedici dopo tripla in transizione del neo-arrivato in casa canturina Ellis (41-25). A tenere a galla la The Flexx ci sono gli 11 rimbalzi offensivi catturati nel solo primo tempo, ma in attacco Cantù è dilagante tanto che anche Chappell e Culpepper si iscrivono alla festa. All’intervallo lungo la squadra di Sodini è già a quota 59 (59-42): Smith chiude venti minuti giocati in maniera strepitosa con 16 punti e 6 assist.

LA RIPRESA – Ad aprire il terzo quarto è Mcgee con una tripla pazzesca da centrocampo. È il segnale che dà la scossa agli ospiti: parziale di 7-1 e rientro in carreggiata (60-49). Gaspardo continua ad imporsi a rimbalzo offensivo e Cantù è costretta ad affidarsi al talento di Culpepper per restare in doppia cifra di vantaggio, a fronte di troppe palle perse per ingenuità (73-62).

 

Nell’ultimo periodo Christian Burns ritorna sul proscenio con cinque punti in fila, con tripla annessa. Il centro italo-americano mette praticamente i titoli di coda sul match, anche se Mian a suon di triple prova a ravvivare il finale del PalaDesio. Thomas silenzia definitivamente le ambizioni di rimonta The Flexx: la Red October sale a quota 22 e continua la caccia alla post-season raggiungendo il terzetto composto da Virtus Bologna, Trento  e Sassari.

Cantù: Smith 21, Burns 17, Chappell 14 Assist: Smith 8 Rimbalzi: Burns 15

Pistoia: Mian 18, Laquintana 13, Gaspardo 13 Assist: Moore 11 Rimbalzi: Ivanov 7

© riproduzione riservata