Basket: sconfitta di misura per l’Italia in Supercup contro la Serbia, azzurri battuti 86-90 ad Amburgo

Termina 86-90 il match tra Italia e Serbia, semifinale del torneo amichevole Supercup 2022. Buona prestazione comunque per gli azzurri, alla Barclays Arena di Amburgo, in vista dei prossimi appuntamenti ufficiali tra qualificazioni mondiali e campionati europei.

Per i padroni di casa grande prestazione di Fontecchio autore di 25 punti, così come di Melli con 17  punti realizzati. Per gli ospiti invece ottima partita di Jokic con 18 punti messi a segno.

RIVIVI IL LIVE SU SPORTFACE

La cronaca

In avvio di partita l’Italia parte bene e prova una prima piccola fuga sulla Serbia. Grazie ad un’ottima prova di Fontecchio, Melli e Tonut infatti gli azzurri sono in vantaggio fino a 3 minuti dalla fine del parziale. Nell’ultimo spicchio di quarto però la Serbia, guidata da Jokic e Milutinov, inizia a far male in penetrazione e con alcune triple importanti. I serbi infatti concludono avanti il parziale 23-24, con gli azzurri in partita grazie ad un Mannion in crescita.

Nel secondo quarto proprio Mannion inizia fortissimo, con ben 4 punti in neanche un minuto. A ciò si aggiunge una grande tripla di Ricci, che completa il sorpasso azzurro sui serbi. La Serbia così prova a rispondere, ma si trova a dover affrontare un lungo periodo di digiuno in termini di punti e l’Italia ne approfitta allungando. Gli azzurri infatti, grazie alle triple di Fontecchio e agli inserimenti di Mannion, arrivano al massimo vantaggio di dieci punti. A cinque dalla fine i serbi tornano a segnare, ma l’Italia è brava a gestire lo strappo di punti creato e chiude avanti 53-44 all’intervallo lungo.

Nel terzo quarto l’Italia prosegue il suo gran momento in termini realizzativi e dopo quattro minuti di gioco si trova avanti di 14 punti. Protagonisti assoluti ad inizio quarto sono Fontecchio e Melli, autori di due triple decisive, così come Tonut con una tripla e alcune penetrazioni efficaci. La fase di mezzo del quarto è caratterizzata da molti tiri sbagliati e poche azioni fluide, con diversi tiri liberi realizzati da una parte e dall’altra. Nel finale di quarto poi sale di livello Jokic, che con le sue penetrazioni mette in difficoltà la difesa azzurra. La Serbia infatti chiude il parziale a sette lunghezze di distanza dagli azzurri, 65-72, rispetto alle 14 accumulate nel corso del quarto.

Nell’ultimo quarto la Serbia parte fortissima, guidata da uno Jokic ispiratissimo e dai punti di Jaramaz, arrivando in avvio fino al -3. L’Italia però prova a resistere, con le penetrazioni di Mannion e i tiri dalla distanza di Fontecchio. Gli ultimi cinque minuti di match, dunque, sono una lotta pura, con continui canestri e ritmi alti. A due minuti dalla fine, infatti, c’è il sorpasso serbo, grazie ad una strepitosa tripla di Jokic. L’Italia però non ci sta e Tonut riporta avanti gli azzurri, ad un minuto e venti dalla fine. A quaranta secondi dal termine, però, la Serbia segna quattro punti consecutiva e si porta sul +3. Negli ultimi istanti di match gli azzurri non riescono a ricucire lo strappo e la partita viene vinta dai serbi 86-90.