Basket, Playoff Liga Endesa 2020: troppo Barcellona per Burgos, catalani in finale

Ante Tomic, Barcellona 2018-2019 - Foto Barcellona Lassa official FB profile

Il Barcellona è la prima finalista della Liga Endesa 2019/2020. Una squadra costruita per vincere, finora è riuscita a rispettare le aspettative. I blaugrana in semifinale superano il San Pablo Burgos con il punteggio di 98-84. La squadra di Peisc dà degli strappi già nella prima metà di gara, ma solo nella ripresa registra la fuga definitiva. Prova da 18 punti per Mirotic che si mette in mostra. In finale appuntamento contro la vincente di Baskonia-Valencia.

RECAP – Subito sul 7-0 i blaugrana con quattro punti di Tomic e una tripla di tabella trovata da Mirotic. Burgos si mette in partita con tre liberi di Fitipaldo ed un tiro di Lima che rimette un solo possesso di ritardo tra le due compagini (8-5). Per la parità ci pensa il cubano Rivero che non fallisce il jump shot dall’arco (8-8). Non si lasciano scoraggiare i catalani che registrano una nuova fiammata di 9-0 che forza i rivali al time-out (17-8). Con due giocate di Mcfadden in divenire di quarto Burgos limita i danni del secondo strappo e chiude la frazione sotto di sei lunghezze (23-17). 

Gioco da tre di Davies e tripla di Oriola, non poteva iniziare meglio il periodo del Barca che prende una nuova via per la fuga (29-17). A metà periodo è pesante il break di 12-2 che taglia Burgos fuori dal match, troppo importanti le individualità a disposizione di coach Pesic. Nel momento più difficile gli uomini di Penarroya riescono però a reagire nuovamente ed in un attimo break di 0-8 che dimezza il gap (37-29). I catalani pagano un calo di concentrazione, i rivali ne segnano altri tre e vanno a -2 (37-35). Una partita alla deriva, diventa all’improvviso divertente e all’intervallo il punteggio è di 43-41. 

Al rientro ottimo impatto del Barca che in un paio di minuti torna a toccare il +8 (49-41). Dall’arco Mirotic inizia a puntellare la sua prova, dall’altra parte Burgos tutto sommato prova ancora ad evitare di soccombere. I blaugrana questa volta non si fanno sorprendere e grazie ad una bomba di Davis allo scadere del tempo, entrano nel periodo conclusivo con dodici punti di margine (72-58). Nell’ultimo periodo non cambia la musica, la banda di Pesic marcia agevolmente al 98-84 finale.