Pallacanestro, Gandini: “Lavoriamo per promuovere il basket nei giovani e nel grande pubblico”

Nicolò Melli Nicolò Melli - Foto LiveMedia/Simone Lucarelli

Il presidente della Lega Basket Serie A Umberto Gandini, durante la presentazione a Milano delle LBA Finals UnipolSai, ha parlato del futuro del basket italiano e dal lavoro di promozione svolto in questi mesi da lui e dal suo staff. In primo luogo il dirigente si è concentrato sugli effetti provocati dalla Pandemia e su una passione da riattivare verso il basket: “Dinamicità, divertimento, coinvolgimento e aggregazione: sono tutte cose mancate durante la pandemia. Assistere a porte chiuse ha inibito questa passione e così abbiamo lavorato sulla promozione del basket dal vivo per raggiungere il pubblico più giovane, che non ha vissuto il basket di 30 anni fa ma ha la passione della pallacanestro in quanto community ed esperimento sociale. Lo facciamo per ridare al basket la sua importanza, per far sì che la gente torni a riscoprire i valori del nostro sport”. 

Gandini poi aggiunge sul suo futuro: “Non ci sono grandi misteri: sono in carica e ho un mandato in scadenza. Ho avuto dalle società manifestazioni di supporto e c’è la mia disponibilità a proseguire il percorso. Ma essendoci le elezioni, ben vengano altre candidature. Saranno le società a decidere se il nostro matrimonio proseguirà o meno”.