Basket, finale Scudetto A1 2021/2022, Olimpia Milano domina Bologna: ventinovesimo titolo

Olimpia Milano Olimpia Milano - Foto LiveMedia/Savino Paolella

L’A|X Armani Exchange Milano ha piegato la resistenza della Virtus Segafredo Bologna per 81-64, in occasione del confronto valido come gara-6 della finale dei playoff di Serie A1 2021/2022 di basket. Ventinovesimo Scudetto della storia dell’Olimpia Milano, arrivato attraverso il punteggio finale di 4-2 a chiudere una serie intensa e combattuta, polemica nella sua fase calda; niente da fare per le Vu Nere di coach Scariolo, seppur autorevoli al Forum dopo un primo quarto shock: Messina in festa e Milano…anche. Al Forum d’Assago, sul palcoscenico di casa, l’Olimpia ha portato in trionfo il suo allenatore e in Paradiso il suo fedele pubblico. Stagione tutto sommato straordinaria di Milano: dopo le Final Four di Eurolega, ecco lo Scudetto. Virtus Bologna reduce da una stagione sensazionale in regular season, ma grande delusione dopo il trionfo in EuroCup.

TUTTI I RISULTATI DEI PLAYOFF

COMPOSIZIONE TABELLONI

RIVIVI LA DIRETTA

INIZIO

Primo quarto semplicemente senza storia a favore di Milano, considerando l’assenza in fase offensiva di Bologna e il caos difensivo dei felsinei stessi. Non solo male in posizionamento puramente difensivo, ma anche in manovra: Belinelli su tutti, a sorpresa, spesso distratto in possesso e fautore di due gravi palle perse all’alba del parziale. Rodriguez poetico sin da subito, in costante tandem con Shields, per +7 meneghino immediato sul 10-3; Virtus sempre più in difficoltà, gradualmente, a segno soltanto con un Weems autorevole, sebbene un Datome super da tre e uno Shields semplicemente scatenato hanno trascinato i lombardi sino al 20-7; Forum on fire dopo una schiacciata dell’ultimo citato, grande ‘assente’ in gara-5. Disastri vari in difesa di Bologna e Grant a segno in solitaria da tre per il +16 sul 25-11, con finale di quarto assolutamente in favore di Milano, con il solo Shengelia a reagire d’orgoglio per la Virtus in vista del frangente successivo: 29-16.

EPILOGO

Secondo quarto con ripartenza forte dell’Olimpia con Datome, abile a mettere in chiaro la situazione da tre, sebbene successivamente una fase di stand-by abbia colpito i meneghini. Rabbiosa reazione corale della Virtus, guidata da un Hackett guida tecnica e da un Alibegovic invece abile a trasmettere il suo carisma ai compagni; le invenzioni del primo sullo stretto e le triple del secondo hanno portato la Virtus sul -9 (35-26); in seguito a un botta e risposta da tre punti tra Shields e Belinelli e un canestro splendido dall’arco del già citato Alibegovic, Virtus repentinamente sul -5 (39-34). Hackett sempre più game-changer, ma nel suo miglior momento è salito in cattedra Datome, freddo nel definire il 43-36 che ha mandato le squadre all’intervallo: azzurro perfetto dalla lunetta.

Terzo quarto con una nuova Olimpia Milano in campo, dopo la paura nel secondo parziale; Hines esaltante da due e Datome autorevole da tre, anche in equilibrio precario…alla Belinelli: 48-36 repentino. A metà frangente, prodezza, gioiello, giocata irreale di un Rodriguez mai domo e sempre più abile a mostrare il suo talento; tripla da otto metri del fenomeno delle Canarie, alla Steph Curry, eccezionale per consentire a Milano la nuova fuga sul 51-36: delirio al Forum. In seguito, semplicemente gestione ottimale del punteggio da parte dei meneghini, anche con qualche scintilla di troppo tra Melli e Shengelia a intervallare il gioco; chiusura di parziale sul 61-46 dopo uno scambio di giocate vincenti da due tra Shields e Pajola. Ultimo parziale nuovamente favorevole a Milano, infine conquistatrice dello Scudetto, con ultimi 10′ in pieno controllo; Virtus arrendevole a partire dal suo leader tecnico, ossia Teodosic, sin da subito troppo nervoso. Tra Rodriguez, Hines e Melli, semplicemente uno show straordinario dell’Olimpia davanti alla sua gente. Epilogo sull’81-64, con Datome in lacrime dopo una prestazione da dominatore e uno Shields uscito dal campo dopo una standing-ovation meritata.

TABELLINO A/X ARMANI EXCHANGE MILANO-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 81-64 (29-16; 14-20; 18-10; 20-18)

MILANO – Datome 23, Shields 15, Rodriguez 12, Hines 8, Melli 8, Grant 7, Bentil 6, Hall 2, Ricci 0, Biligha 0, Baldasso 0, Alviti 0.

VIRTUS BOLOGNA – Alibegovic 11, Mannion 10, Jaiteh 9, Shengelia 8, Hackett 6, Sampson 6, Teodosic 5, Belinelli 3, Pajola 2, Weems 2, Cordinier 2, Tessitori 0.