Basket, Europe Cup 2018/2019: Sassari amministra contro il Benfica

di - 10 ottobre 2018
Dashawn Pierre, Dinamo Sassari 2018-2019 - Foto "fiba.basketball"

Come da pronostico il Benfica non mette in pensiero l’accesso della Dinamo Sassari alla fase a gruppi della FIBA Europe Cup. I sardi che partivano forti del +34 ottenuto tra le mura amiche nel match d’andata del turno preliminare si sono imposti anche in trasferta per 92-111. La squadra di Vincenzo Esposito ha avuto il comando saldamente tra le mani e ha amministrato a dovere la contesa.

CRONACA – La sfida si apre con un break di 0-6 firmato Bamforth, Gentile e Polonara. Downs è il primo marcatore per i portoghesi che subiscono però nell’immediato la tripla di Pierre e l’alley oop di Thomas (2-11). La fuga impostata dai ragazzi di Esposito però non va in porto, i biancorossi sono bravi a ricucire fino al -1 (18-19) per poi sorpassare con la rubata e l’appoggio di Hallman (20-19). Alla prima sirena la squadra della capitale conduce di due lunghezze (22-20). La seconda frazione inizia con il rilancio della Dinamo Sassari che vola sul +10 grazie ad un parziale di 8-20 nella prima metà del quarto (32-42). In cattedra salgono Petteway e Thomas (entrambi torneranno negli spogliatoi con unidici punti a referto) e guidano i sardi che forti di una qualificazione chiusa all’andata giocano con tranquillità. Alla pausa lunga il passivo della squadra di casa raggiunge i tredici punti (46-59).

Si riprende con il botta e risposta dall’arco Silva-Petteway (49-62). Il Benfica un giro d’orologio dopo torna a -10 grazie a due marcature di Suarez (53-63). I ragazzi di Esposito riducono il passo e questo permette in qualche occasione al Benfica di accorciare. Ad ogni modo la banda di Esposito tiene a debita distanza i rivali che però a fine periodo sono sotto la doppia cifra di passivo (74-83). Downs dall’arco accorcia ad inizio quarto (77-83), segue subito Snider per il -4 (79-83). A metà periodo però torna in auge Sassari con due fiammate di Bamforth che valgono la nuova doppia cifra di vantaggio (81-92). Gli ultimi minuti sono una passerella verso la sirena che sancisce il punteggio finale di 92-111

 

 

 

© riproduzione riservata