Schwazer a Sanremo: “La mia bimba mi vedrà alle Olimpiadi di Tokyo”

Alex Schwazer - Foto Colombo FIDAL

 “La mia bimba mi vedrà in gara: prima per le qualificazioni e poi alle Olimpiadi. Ho tanta determinazione, voglio chiudere questo cerchio perché ho vinto in tribunale, ma sono uno sportivo e ora voglio vincere in gara”. Queste le parole di Alex Schwazer dal palco di Sanremo. L’altoatesino ha raccontato la storia del suo secondo, presunto caso doping, una vicenda chiusa dal Tribunale di Bolzano con l’archiviazione. “Ho trovato un giudice coraggioso, che è voluto andare fino in fondo per vederci chiaro: nella sfortuna è stata la mia fortuna – ha osservato il marciatore azzurro, medaglia d’oro olimpica a Pechino2008 – Ora voglio essere di nuovo giudicato dalla giustizia sportiva con i fatti emersi. In questi anni ho perso un’Olimpiade e tante altre gare, non voglio perderne altre. Nessuno mi ridarà quello che ho perso perché non si può tornare indietro, ma si può rimediare permettendomi di non perdere altre gare senza colpe. “Il ricorso al Tribunale di Losanna? Ancora non lo abbiamo fatto, stiamo lavorando sul come farlo. Credo che lo presenteremo la prossima settimana”.

All’orizzonte le Olimpiadi di Tokyo. “Io voglio esserci e darò il massimo per riuscirci ma prima di questo ci deve essere un processo a livello sportivo che riesamina tutti i nuovi fatti perché io attualmente sono ancora squalificato, ingiustamente secondo me”, ha concluso Schwazer.