Marcell Jacobs parla ai giovani: “Tutto è possibile. Non badate al giudizio degli altri”

Marcell Jacobs Marcell Jacobs - Foto LiveMedia/Sven Beyrich/JustPictures

Marcell Jacobs si è preso la scena all’Arena Civica di Milano nell’evento organizzato da Nike e da Fidal Lombardia. Il campione olimpico dei 100 m, dopo aver premiato i vincitori delle corse amatoriali che si sono svolte nel pomeriggio, si è intrattenuto con le migliori giovani promesse di 14 e 15 anni della Regione in procinto di partecipare ai campionati italiani cadetti con la rappresentativa di Fidal Lombardia a ottobre. “Sono sempre andato in campo per divertirmi – ha aggiunto rivolgendosi ai giovani fan presenti – quando ero bambino avevo due sogni: vincere le Olimpiadi e andare nello spazio. Il primo lo abbiamo centrato, sul secondo ci stiamo lavorando”.

Poi si riavvolge il nastro sulla stagione. Jacobs si sofferma su quella indoor, che “era partita benissimo. Ci siamo confermati anche nei 60 metri, ed è stato importantissimo visto che dopo le Olimpiadi molti pensavano che fosse stata solo fortuna”. Poi però “è arrivata una parte difficile della mia carriera”, ha spiegato riferendosi ai “tanti infortuni”. Poi un consiglio ai ragazzi: “Non dovete avere paura del giudizio degli altri” perché nella vita “potete fare qualsiasi cosa”.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio