Atletica, vinse oro nei 400 ostacoli a Londra 2012: squalificata per doping la russa Antyukh

Salto ostacoli atletica Salto ostacoli atletica - Foto LiveMedia/Victor Joly/DPPI

Continuano le squalifiche che fanno seguito alle indagini che hanno fatto seguito al famoso rapporto McLaren, che, commissionato da Wada e pubblicato nel 2016, parlava di oltre mille atleti russi coinvolti in un programma di doping sistematico promosso direttamente dallo Stato. Ora è il turno di Natalya Antyukh. La donna, ora 41enne e che sta già scontando una condanna di quattro anni inflittale dalla stessa Wada per frode, aveva vinto la medaglia d’oro nei 400 metri a ostacoli alle Olimpiadi di Londra 2012. La vittoria passa quindi alla statunitense Lashinda Demus. Con questo provvedimenti, tutte e tre le medaglie d’oro vinte da atleti russi nella capitale inglese sono state revocate. Prima di Antyukh, fu il turno di Mariya Savinova e Yuliya Zaripova, le vincitrici dell’oro negli 800 e nei 3000 siepi.