Atletica, Tortu traccia il bilancio 2019: “Voto 8 ma a Tokyo voglio darmi un 10”

Che voto darei al mio 2019? Un otto. Ma per il 2020 vorrei riuscire a darmi un dieci, questo è il mio obiettivo“. Filippo Tortu traccia il bilancio personale per il suo 2019. Il velocista azzurro, settimo nella finale mondiale dei 100 metri e recordman italiano nella staffetta con un crono in 38.11, punta ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 per migliorarsi e dunque scendere sotto i 10 secondi: “Voglio riconfermarmi nelle prime posizioni e scendere sotto i 10 secondi – ha commentato Tortu a margine della terza edizione di ‘Atletica Insieme’ – L’obiettivo era quello di due finali, ne è arrivata una ma anche un record italiano. A Doha è andata veramente bene e sono contento, la stagione si è conclusa nel migliore dei modi“. E tornando sulla finale mondiale dei 100 metri, primo azzurro a disputarla 32 anni dopo l’ultima volta: “Gareggiare in finale mondiale con i migliori ti dà una consapevolezza immensa. E’ stato tutto molto più bello, fin dal riscaldamento. E adesso si torna a lavorare per rosicchiare qualche centesimo. Torno ad allenarmi tra due settimane per preparare il 2020“.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.