Atletica, mezzofondista Tirop assassinata: vinse due bronzi ai Mondiali

Il mondo dello sport piange Agnes Jebet Tirop, giovane mezzofondista keniana, assassinata all’interno della sua abitazione a Iten, Kenya. La nota atletica africana, medaglia di bronzo ai Mondiali di Londra 2017 e Doha 2019, è stata trovata senza vita tra le mura domestiche; dalle prime indagini è emerso il marito come unico indiziato ad aver ucciso Tirop, accoltellandola più volte e allontanandosi. Tragico epilogo per la mezzofondista keniana, una notizia spiazzante dopo aver apprezzato il suo talento alle Olimpiadi di Tokyo, durante i quali ha sfiorato la terza posizione nei 5.000 metri. Tredicesima nel ranking della sua disciplina, Tirop lascia in eredità tante emozioni alla Federazione di atletica keniana, sebbene soltanto un dolce ricordo di ciò che fu; l’atleta ha riportato molteplici ferite all’altezza dell’addome, letali nel caso specifico. Venticinquenne, Tirop aveva di fronte sé un possibile exploit ad alti livelli, oramai tristemente impossibile da perseguire.