Atletica, Lyles corre i 200 metri in 18”90. Record del mondo? No, errore nel posizionamento dei blocchi di partenza

Atleti in partenza

E’ durato pochi minuti il sogno di Noah Lyles, capione del mondo in carica dei 200 metri, che durante un Inspiration Game – gara a distanza dove gli atleti corrono da soli per via del Coronavirus – aveva fatto registrare il tempo record di 18” 90. L’uomo più veloce del mondo? No, un errore di corsia come appurato dai giudici di gara, i quali hanno riscontrato che il velocista aveva corso 185 metri a fronte dei 200 previsti per via di un errore nel posizionamento dei blocchi di partenza. Come riporta la Bbc, il cronometro aveva stupito tutti fin da subito: da un lato infatti il miglior tempo dell’americano era di 19” 50, dall’altro i suoi avversari avevano raggiunto la curva molto dopo. Come prevedibile, Lyles non l’ha presa affatto bene e su Twitter ha tuonato: “Non si può giocare in questo modo con le mie emozioni“.