Quando va usato il green pass? Per cosa serve, come si ottiene e dove si deve usare in Italia

La cabina di regia ha deciso di far entrare in vigore l’obbligo di green pass in Italia per l’accesso ad alcuni servizi. La maggioranza ha trovato la quadratura del cerchio e a partire dal 5 agosto (data posticipata di due settimane per consentire di far scendere i prezzi per i tamponi e di organizzare meglio il tutto) sarà obbligatoria la certificazione verde su tutto il territorio italiano per bar e ristoranti al chiuso, per teatri, cinema e musei, per l’accesso a palestre e piscine. Il green pass sarà obbligatorio anche per accedere a spettacoli, fiere e centri termali.

COS’E’ IL GREEN PASS E COME SI OTTIENE

Cosa si intende per green pass? Si tratta della certificazione anti-Covid che viene rilasciata in automatico a chi ha completato l’iter vaccinale, o in alternativa a chi ha effettuato un tampone entro quarantottore dal servizio al quale si vuole accedere (in questo caso la validità del green pass sarà ridotta a pochi giorni). Si ottiene tramite link diretto sul proprio smartphone via messaggio, oppure chiamando numeri verdi o rivolgendosi alle autorità se aventi diritto. Per maggiori informazioni, occorre collegarsi con il sito del Ministero dell’Interno e del Ministero della Salute. Inoltre, in cabina di regia si è deciso di ridurre il tempo della quarantena se un vaccinato in possesso di certificazione verde viene a contatto con un positivo al Covid.