Nuovo Dpcm, Franceschini: “Vedendo i dati di oggi abbiamo fatto il minimo”

Dario Franceschini - Foto BTO CC BY 2.0

“Quando devi intervenire e hai responsabilità di governo non puoi consultare tutte le parti sociali. Se chiedi ai ristoratori se vogliono chiudere ti diranno di no. Il tempo dirà se abbiamo fatto bene o male, ma guardando i contagi di oggi, dico che abbiamo fatto bene, forse abbiamo fatto il minimo”. Lo ha detto il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, intervistato dal direttore del Corriere della Sera, Luciano Fontana, su Corriere Tv, in merito all’ultimo Dpcm. Per quanto riguarda gli aiuti per il mondo dello spettacolo Franceschini sottolinea: “Abbiamo erogato più di un miliardo in interventi per sostenere il settore e venire incontro anche a quei lavoratori che non avevano altri tipi di sostegno. Dobbiamo nuovamente intervenire e lo faremo già dal decreto di domani o dopodomani aiutando le imprese, con la raccomandazione che facciano poi arrivare quegli aiuti ai lavoratori. Poi ci saranno interventi diretti per sostenere i lavoratori. È una pausa e poi tutto tornerà a muoversi. Ci sarà comunque una fase intermedia e quindi le spese di investimento per adeguarsi alle norme fatte da cinema e teatri saranno comunque fondamentali”, ha concluso.