Ministro Boccia: “Seguire la messa due ore prima non è eresia”

Seguire la messa, e lo dico da cattolico, due ore prima o far nascere Gesù bambino due ore prima non è eresia. Eresia è non accorgersi dei malati, delle difficoltà dei medici, della gente che soffre”. Queste le dichiarazioni del ministro per gli Affari regionali e Autonomie, Francesco Boccia durante la videoconferenza con gli Enti locali. “Questa è eresia non facciamo i sepolcri imbiancati – ha proseguito l’esponente Pd – Papa Francesco ha dato un esempio bellissimo a tutti nella scorsa Pasqua, a partire dalla Via Crucis. Il Natale non si fa con il cronometro ma è un atto di fede“.