Green Pass obbligatorio lavoratori: come funziona, prezzi e quanto costa un tampone

Dopo settimane di dibattiti e scontri, il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto che prevede l’estensione del Green Pass obbligatorio a tutti i lavoratori, sia nel pubblico che nel privato; una misura che entrerà in vigore il prossimo 15 ottobre e rimarrà valido fino al 31 dicembre. Nessuna categoria esclusa: dalla Pubblica Amministrazione fino alle colf, passando per i tassisti, chi offre servizi a domicilio e chi fa volontariato; tutti dovranno essere muniti della certificazione verde. Ad esclusione, ovviamente, dei casi in cui il soggetto sia impossibilitato a vaccinarsi, ma in quel caso serve un’apposita certificazione medica.

LE SANZIONI
Le pene per i trasgressori comprendono la sospensione dello stipendio dal quinto giorno di assenza, ma non il licenziamento. Nello specifico, il lavoratore che non possiede il Green Pass dovrà comunicarlo al proprio datore, e verrà considerato assente ingiustificato. Al quinto giorno di assenza ingiustificata, scatta la sospensione del rapporto di lavoro, fino alla presentazione del certificato verde e comunque non oltre il 31 dicembre.

Come ottenere il Green Pass e i costi dei tamponi

La via più semplice per ottenere il Green Pass rimane il completamento del ciclo di immunizzazione, ovvero l’inoculazione delle due dosi di vaccino; il certificato viene rilasciato anche 14 giorni dopo la prima dose. Un altro caso è quello legato alla guarigione dopo aver contratto il coronavirus. Il decreto stabilisce che se il lavoratore contrae e guarisce dal Covid dopo la seconda dose, tale guarigione vale come terza dose e il Green Pass avrà validità di un anno. Stessa durata nel caso in cui il soggetto contragga il virus dopo 14 giorni dalla prima dose: i dodici mesi di validità partiranno dall’avvenuta guarigione. Altra fattispecie riguarda coloro che sono guariti dall’infezione e decidono di farsi una dose di vaccino: in questo caso, al contrario di quanto succedeva prima del decreto, il Green Pass verrà rilasciato immediatamente, senza bisogno di aspettare 14 giorni.

COSTI E MODALITÀ TAMPONI
Ecco, infine, i prezzi e la normativa per quanto riguarda i tamponi, ultimo strumento utile per l’ottenimento del cosiddetto passaporto vaccinale. Innanzitutto, per quanto riguarda la durata, i tamponi molecolari avranno validità di 72 ore, mentre quelli rapidi di 48 ore. Questi ultimi rimangono a pagamento, ma a prezzo calmierato: 8 euro per i minori, 15 euro per gli adulti, e saranno disponibili anche in Farmacia, come previsto dal decreto. Infine, nei prossimi giorni il Ministero della Salute istituirà un fondo per garantire la gratuità dei tamponi sia molecolari che antigenici (rapidi) per i soggetti con disabilità o in condizione di fragilità che non possono vaccinarsi contro l’infezione da Covid.