Decreto Festività, discoteche chiuse fino al 31 gennaio 2022 e divieto di feste in piazza

Le ultime a riaprire, le prime a richiudere: a sorpresa, in modo non previsto rispetto alla bozza circolata sul decreto Festività, su decisione del ministro della salute Speranza e come da lui stesso comunicato in conferenza stampa, le discoteche saranno chiuse fino al 31 gennaio 2022 e dunque non apriranno neanche ai vaccinati con terza dose o ai vaccinati con una o due dosi più il tampone. A Capodanno le discoteche saranno dunque chiuse: doccia fredda per i proprietari e per i giovani che avevano già organizzato per il Cenone presso i locali. Contestualmente, sono vietate anche le feste in piazza all’aperto per evitare assembramenti. Misure restrittive inaspettate perché non tengono conto delle vaccinazioni.