Tennis, Atp 250 Stoccolma: Mikael Ymer demolisce Verdasco

di - 18 ottobre 2016
Fernando Verdasco
Fernando Verdasco - Foto Ray Giubilo

Sul veloce indoor della BNR Arenas di Stoccolma erano cinque gli incontri in programma quest’oggi: tutte sfide di primo turno e tante sorprese, tra cui spicca indubbiamente il netto successo di Mikael Ymer ai danni di Fernando Verdasco. Delude invece le aspettative Elias, fratello maggiore di Mikael, eliminato da Tobias Kamke. Vincono a sorpresa anche Gastao Elias e Dustin Brown, rispettivamente su Ivan Dodig e Gilles Muller; completa il quadro la vittoria in rimonta di Nicolas Almagro, che ha la meglio sul nipponico Yuichi Sugita.

Tutti in piedi per Mikael Ymer: la giovanissima wild card di casa, classe 1998, ha letteralmente demolito con l’eloquente score di 6-2 6-1, nel penultimo incontro di questo martedì, lo spagnolo Fernando Verdasco, facendo registrare il colpo di scena più significativo di questa giornata e cogliendo la prima vittoria in carriera nel circuito maggiore. L’attuale numero 549 del mondo ha praticamente disputato la partita perfetta, trascinato dal caloroso appoggio del pubblico svedese, completamente in visibilio di fronte al tennis brillante e propositivo del teenager di origini etiopi; per quest’ultimo, che per la prima volta in assoluto sfonderà il muro della top 500, un secondo round tutt’altro che agevole, contro la terza forza del tabellone, l’”Ace-man” croato Ivo Karlovic.

Per un Ymer che avanza, un altro che compie un passo indietro: il più “anziano” dei fratelli, Elias, viene infatti estromesso in poco più di un’ora dal qualificato teutonico Tobias Kamke, abile ad imporsi per 6-4 6-0. Poco incisivo alla battuta il ventenne svedese, che nel primo set ha sprecato un prezioso break di vantaggio subendo, dal 4-1 a proprio favore, un clamoroso parziale di undici giochi a uno.

Soffre ma approda agli ottavi Nicolas Almagro, che supera in rimonta (3-6 7-6 6-3) il giapponese Yuichi Sugita: dopo avere perso il primo set, lo spagnolo ha seriamente rischiato di andare sotto di un break nel secondo parziale, vinto solamente al tie-break; nel set decisivo, il nativo di Murcia è salito in cattedra nel momento chiave della partita, strappando il servizio al tennista asiatico sia nel settimo che nel nono e ultimo game. Almagro attende ora uno tra lo statunitense John Isner, numero 7 del seeding, e l’argentino Juan Martin Del Potro.

Sorprende sicuramente anche il netto successo in due set del portoghese Gastao Elias ai danni del più esperiente croato Ivan Dodig: il lusitano, reduce da cinque sconfitte consecutive al primo round, non vinceva un match nel circuito maggiore dallo scorso luglio, quando raggiunse un’ottima semifinale sul rosso di Umag. Punteggio finale di 6-2 6-1 in un’ora esatta di gioco, col venticinquenne di Lourinha oggi impeccabile al servizio (90% di realizzazione con la prima) e abile ad approfittare della giornata assolutamente negativa dell’avversario, che ha offerto addirittura ben diciassette chance di break nei propri otto turni di battuta.

Altro risultato inaspettato è la vittoria in rimonta di Dustin Brown sul trentatreenne lussemburghese Gilles Muller: partita piuttosto rapida, con il tedesco di origini giamaicane notevolmente cresciuto tra secondo e terzo parziale e bravo ad imporsi per 4-6 6-3 6-3, bissando così il successo ottenuto al Challenger di Leon due stagioni fa. Brown che tornerà in campo giovedì, per affrontare nel match di ottavi il vincente della sfida tra la sesta testa di serie, lo statunitense Jack Sock, e il tunisino Malek Jaziri.

RISULTATI ODIERNI:

N.Almagro (SPA) b. Y.Sugita (JPN) 3-6 7-6(1) 6-3

G.Elias (POR) b. I.Dodig (CRO) 6-2 6-1

D.Brown (GER) b. G.Muller (LUX) 4-6 6-3 6-3

[WC] M.Ymer (SWE) b. F.Verdasco (SPA) 6-2 6-1

[Q] T.Kamke (GER) b. [WC] E.Ymer (SWE) 6-4 6-0

© riproduzione riservata