Coppa Davis, playoff 2017: Giappone sul 2-0, Repubblica Ceca avanti in Olanda

di - 15 settembre 2017
Jiri Vesely - Foto Ray Giubilo

Entrano nel vivo i Playoff di Coppa Davis. Si è alzato il sipario sulla prima giornata di gare con il Giappone che, nella mattinata italiana, ha conquistato due punti importanti contro il Brasile. Pari fra Kazakistan e Argentina, Svizzera e Bielorussia, Portogallo e Germania. In Olanda, la Repubblica Ceca ha chiuso il Day-1 sul 2-0 grazie alle vittorie di Jiri Vesely e Lukas Rosol.

In Canada, per via del fuso orario, si parte alle 23 con Schnur-Ramanathan e, a seguire, Shapovalov-Bhambri.

Giappone – Brasile 2-0 (Osaka, cemento outdoor)

Il Giappone non accusa la pesante assenza del numero uno Kei Nishikori e, trascinato da Yuichi Sugita e Go Soeda, vola sul due a zero nella sfida di Osaka contro il Brasile, in corso sul cemento outdoor.

Al primo sono serviti tre set per sbarazzarsi di Guilherme Clezar col punteggio di 6-2 7-5 7-6(5) mentre Soeda ha avuto la meglio alla distanza contro Thiago Monteiro, uscendo vittorioso con lo score di 3-6 6-4 6-3 6-7(1) 6-4 in tre ore e 41 minuti di gioco.

Sugita b. Clezar 6-2 7-5 7-6(5)
Soeda b. Monteiro 3-6 6-4 6-3 6-7(1) 6-4

Kazakistan – Argentina 1-1 (Astana, cemento indoor)

Situazione in parità ad Astana dopo la prima giornata dell’incontro fra Kazakistan e Argentina. Padroni di casa partiti col piede giusto grazie a Mikhail Kukushkin, capace di sconfiggere in rimonta Guido Pella per 6-7(5) 7-6(5) 6-2 6-4, ma raggiunti poco dopo da Diego Schwartzman, che tiene vive le speranze sudamericane con la vittoria ai danni di Dmitry Popko in tre parziali (6-4 6-2 6-2 in poco meno di due ore di partita).

Kukushkin (Kaz) b. Pella 6-7(5) 7-6(5) 6-2 6-4

Schwartzman (Arg) b. Popko 6-4 6-2 6-2

Svizzera – Bielorussia 1-1 (Biel, cemento indoor)

Non inizia bene la tre giorni di Coppa Davis per la Svizzera che, priva di Roger Federer e Stan Wawrinka, si è affidata ad Henri Laaksonen per il primo singolare: il 25enne di origini finlandesi era comunque chiamato ad un impegno “soft” sulla carta ma ha tradito le attese, perdendo in tre set da Yaraslav Shyla, n.390 al mondo che ha conquistato quest’oggi la terza vittoria in carriera in singolare in Coppa Davis.

A rimettere le cose a posto ci ha pensato il “solito” Marco Chiudinelli: a 36 anni, fuori dalla Top-250 del ranking mondiale, si è tolto la soddisfazione di conquistare un punto molto prezioso ai danni di Zhyrmont pareggiando la situazione dopo la prima giornata di match sul cemento indoor di Biel.

Shyla (Blr) b. Laaksonen 6-4 6-2 7-6(3)

Chiudinelli (Sui) b. Zhyrmont 6-3 4-6 6-4 6-3

Olanda – Repubblica Ceca 0-2 (Den Haag, terra indoor)

Giornata di maratone allo Sportcampus Zuiderpark di Den Haag dove la Repubblica Ceca ha chiuso sul 2-0 il Day-1 dei Playoff di Coppa Davis contro l’Olanda.

Jiri Vesely ha portato il primo punto alla formazione capitana da Jaroslav Navratil grazie alla vittoria in cinque set su Thiemo De Bakker, n.408 ATP che si è trovato per ben due volte avanti di un set prima di venire rimontato dall’avversario: 4-6 6-3 4-6 6-4 6-4 lo score in favore del tennista ceco, al quale ha replicato in serata Lukas R osol.

Il 32enne, noto per aver battuto Rafael Nadal a Wimbledon 2012, è riuscito a prevalere al set decisivo su Robin Haase che, nel quinto parziale, ha recuperato uno svantaggio di 2-5 prima di cedere la battuta sul 5-6 e perdere l’incontro.

Vesely b. De Bakker 4-6 6-3 4-6 6-4 6-4

Rosol b. Haase 6-7(5) 6-3 6-2 3-6 7-5

Portogallo – Germania 1-1 (Oeiras, terra outdoor)

Botta e risposta fra Portogallo e Germania sulla terra battuta di Oeiras.

Pronti, via e subito una sorpresa con il successo di Cedrik-Marcel Stebe sul favorito Joao Sousa in quattro set, con un 6-0 nell’ultimo parziale che spaventa il tennista di casa ed i sostenitori lusitani. Nel secondo match di giornata, bella vittoria per il meno famoso dei Sousa, Pedro (n.107 ATP), che ha fermato Jan-Lennard Struff col punteggio di 6-2 7-5 7-6(4) chiudendo il Day-1 in parità.

Stebe (Ger) b. Joao Sousa 4-6 6-3 6-3 6-0

Pedro Sousa (Por) b. Stebe 6-2 7-5 7-6(4)

Ungheria – Russia 1-0 (Budapest, terra outdoor)

Marton Fucsovics fa sognare l’Ungheria: il 25enne, n.113 al mondo, ha vinto un incontro al cardiopalma contro Andrey Rublev portando alla sua nazionale il primo punto della sfida in corso di svolgimento sulla terra outdoor del Kopaszi Dam di Budapest. Trovatosi avanti per due set a zero, Fucsovics si è fatto riprendere dall’avversario che si è aggiudicato terzo e quarto parziale per 7-5 6-2: nella frazione decisiva, dominio del bulgaro che ha chiuso dopo tre ore e 25 minuti di battaglia.

Ancora in corso l’ultimo singolare di giornata fra Attila Balazs e Karen Khachanov.

Fucsovics b. Rublev 6-2 6-4 5-7 2-6 6-3

Balazs vs Khachanov – IN CORSO

Colombia – Croazia 0-1 (Bogotà, terra outdoor)

Parte forte la Croazia con il suo numero uno Marin Cilic che rispetta il pronostico della viglia e lascia le briciole al n.484 ATP Alejandro Gonzalez, battuto col punteggio di 6-1 6-4 6-1.

Ancora in corso il secondo singolare con Santiago Giraldo chiamato a sconfiggere Franko Skugor, che ha sostituito all’ultimo minuto Viktor Galovic, per mantenere vive le speranze della Colombia.

Cilic b. Gonzalez 6-1 6-4 6-1

Giraldo vs Skugor – IN CORSO

Canada – India 0-0 (Edmonton, cemento indoor)

Match non ancora iniziati sul cemento indoor di Edmonton a causa del fuso orario. Aprono le danze Brayden Schnur e Ramkumar Ramanathan; a seguire Denis Shapovalov incontra Yuki Bhambri.

Schnur vs Ramanathan – Ore 23

Shapovalov vs Bhambri – a seguire

© riproduzione riservata