Sci alpino, Manfred Moelgg: “Contentissimo, sono tornato dove volevo”

di - 5 gennaio 2017
Manfred Moelgg - Foto Alessandro Trovati - Pentaphoto

Più forte del vento, più forte di tutti. Manfred Moelgg festeggia la vittoria nello slalom di Zagabria valevole per la Coppa del Mondo al termine di una seconda manche clamorosa, lasciandosi alle spalle Neureuther e Kristoffersen.

E’ davvero un successo incredibile, vincere con 7 decimi di vantaggio, davanti a un pubblico come quello di Zagabria va davvero oltre ogni aspettativa. Dicevano che facevo una vittoria ogni 100 gare, ora la proporzione cambia (oggi è la 250esima gara della sua carriera)“.

“Sono davvero contentissimo, sono tornato dove volevo tornare – continua Manfred -. Mi ha caricato il podio di Manuela, in qualche modo dovevo rispondere. Dedico questa vittoria a tutti quelli che hanno creduto in me e hanno lavorato con me fino ad ottenere questo magnifico risultato”.

E’ una vittoria della tenacia – dice il capo allenatore della squadra maschile, Max Carca perché Manfred è un duro, è un talento ed ha sempre saputo rialzarsi dopo ogni problema che ha avuto, soprattutto l’ultimo infortunio. E’ bello lavorare con lui perché è un esempio per tutti. Non per nulla è considerato il “capitano” della squadra. Sono contento per tutto il team: in allenamento sono tutti vicini. Abbiamo fatto delle scelte importanti e mi pare che nelle ultime gare si sia visto che in questo gruppo si è svegliato qualcosa. Oggi è stata una gara particolare per il meteo instabile, però tutti e quattro i nostri della seconda manche ci hanno provato. Mi spiace per Razzoli, ma l’ho visto meglio del solito. Sono convinto che nelle prossime gare potrà giocarsi un posto per i Mondiali”.

© riproduzione riservata