Basket, Supercoppa 2016: Avellino-Reggio Emilia, le pagelle

di - 24 settembre 2016
Pino Sacripanti, allenatore Avellino - Foto sito ufficiale Sidigas Avellino

Nella prima semifinale della Supercoppa 2016 di basket Reggio Emilia, campione dell’edizione 2015, cede 72 a 74 ad Avellino. Aradori e compagni partono forte, ma non riescono mai a raggiungere un vantaggio consistente. Nei secondi finali la squadra di Sacripanti compie il clamoroso sorpasso sulla sirena con una “perla” di Joe Ragland. Qui di seguito le pagelle della gara.

AVELLINO

Obasohan 6.5
Buona gara per chi per la prima vola nella sua vita gioca una partita con regole diverse da quelle del college. L’età e l’ampio margine di miglioramento sono dalla sua.

Leunen 6.5
Tanti minuti in campo per il veterano nato a Vancouver 31 anni fa, 9 punti e 8 rimbalzi per un giocatore preciso e ordinato.

Zerini S.V.

Ragland 8
La semifinale porta il suo nome. Parte fortissimo, sembra sparire dal match nella fase centrale, ricompare nella volata finale, segna la metà dei suoi punti a pochi minuti dalla fine, realizza il canestro della vittoria.

Cusin 6
Lotta come sempre sotto le plance, in attacco perde tanti palloni, la miglior forma fisica sembra ancora lontana.

Strumia S.V.

Severini S.V.

Thomas. 7-
Difficile valutare la prestazione di un giocatore che pur forzando per più di 20 minuti chiude con 15 punti la sua prima apparizione nel campionato italiano.

Fesenko S.V.

Parlato S.V.

Green 7.5
E’ la dimostrazione che i punti sul tabellino non sono tutto. 6 assist e 3 palloni recuperati in momenti fondamentali gli valgono un voto alto.

REGGIO EMILIA

Bonacini S.V

James 5
Appannato. Da un giocatore dalle sue caratteristiche ci si aspetta prestazioni ben diverse. Servirà tempo.

Needham 5.5
I due assist e una tripla sono tutto ciò che c’è di positivo in 20 minuti. Un po’ poco.

Lesic 5.5
Sembra partire con “il piede giusto” poi intestardisce e sbaglia tanto. Non sufficiente.

Della Valle 6.5
In penetrazione fa male più di una volta alla difesa irpina. Dalla lunga distanza sbaglia tutto (0/5).

De Nicolao 6
Sufficiente. Fa ciò che deve fare

Polonara 7.5
Salta, recupera, segna quando conta e dimostra a tutti, ancora una volta, la sua mentalità. Se non fosse entrato l’ultimo tiro di Ragland staremmo parlando dell’MVP della semifinale

Gentile 6
Ordinaria amministrazione per il play di Caserta.

Aradori 7
È uno dei migliori dei suoi. Nonostante la stagione sia all’inizio in alcuni frangenti ricorda l’Aradori vistosi nei playoff dell’anno scorso.

Vigori S.V.

Cervi 6.5
Discreta partita per il lungo che affronta dopo pochi mesi la sua ex squadra.

© riproduzione riservata