Inter, Roberto Mancini si sfoga: “Era impossibile continuare, ho una dignità”

di - 19 maggio 2017
Roberto Mancini - Inter 2015/2016 - fotomenis.it

L’ex allenatore dell’Inter Roberto Mancini è intervenuto ai microfoni di ‘Radio Incontro Olympia” parlando della sua esperienza, la seconda, sulla panchina del club nerazzurro e sui motivi che lo hanno portato all’addio. “Era impossibile andare avanti – ha detto – io non potevo accettare quello che stava succedendo. Ognuno ha la propria dignità. I proprietari attuali a me avevano fatto un’offerta di tre anni per rimanere. Non sapevo però con chi parlare, tra gli italiani, Thohir e Bolingbroke. Non era così semplice, in quel momento lì non c’era più lo spirito per andare avanti ed era un periodo di confusione”.

Poi ha aggiunto: “Mi dispiace perché la squadra è buona e avevamo fatto un lavoro ottimo. Quest’anno sarebbe stata da primi tre posti, ma almeno. E non perché adesso sta andando male. Chi prenderà i giocatori dell’Inter sul mercato farà dei grandi affari”.

Infine, nega di aver avuto contatti con la Roma: “Credo che prenderà un altro allenatore. Non ho mai incontrato nessun dirigente della Roma, né ora né in passato”.

© riproduzione riservata