Chievo-Roma, Luciano Spalletti: “Juve vincerà campionato, noi non abbiamo nulla da recriminare”

di - 20 maggio 2017
Luciano Spalletti - Foto Antonio Fraioli

“Probabilmente avremmo potuto fare meglio nell’arco della stagione, ma avrebbe significato vincere quasi tutte le partite e non è facile: la Roma ha fatto il suo dovere, specialmente in campionato, e non ha nulla da recriminare. Juventus preoccupata? Vincerà il campionato e il merito è di Allegri”. Queste le parole del tecnico della Roma Luciano Spalletti dopo la vittoria odierna contro il Chievo Verona.

“Si può dire che questa squadra a volte sbanda, ma fuori strada non finisce mai – ha sottolineato l’allenatore della squadra giallorossa ai microfoni di Serie A Live in onda su Premium Sport – Anche se sarebbe meglio non sbandare, perché può anche capitare che la tensione salga e le giocate a cui siamo abituati non riescano più. Il Chievo ha fatto un grande partita, specialmente in fase offensiva è una delle squadre allenate meglio e con i sincronismi più efficaci. Dzeko? È una persona straordinaria: ha sofferto quando non riusciva a segnare, pativa il fatto di essere attaccato a volte gratuitamente. Ma la sua qualità è uscita e ha dimostrato quanto sia un attaccante completo: può giocare in qualsiasi squadra”.

Poi Spalletti è tornato a parlare della stagione giallorossa: “Solo chi è contro la Roma pensa che arrivare secondi sia fallimentare – ha dichiarato il tecnico – Volete che vi faccia l’elenco delle squadre che, in Europa, non arrivano nemmeno seconde?”. Infine uno sguardo al futuro: “Non è vero che alcune mie dichiarazioni possano far pensare a una permanenza a Roma e altre ad un addio: bisogna solo collocarle nei tempi in cui sono state pronunciate. Voci sulla cessione di El Shaarawy? Ha fatto un campionato eccezionale, rispondendo alla grande ogni volta che è stato chiamato in causa”.

Ai microfoni di Sky, invece, Spalletti ha spiegato l’esclusione iniziale di Nainggolan: “C’era il rischio che non finisse neanche il primo tempo – ha rivelato il tecnico della Roma – Oggi stava un po’ peggio di una settimana fa e abbiamo preferito fare così, utilizzandolo nel secondo tempo, nel momento decisivo della partita”.

© riproduzione riservata