Camerun-Cile 0-2, Confederations Cup 2017: le pagelle

di - 18 giugno 2017

CAMERUN-CILE 0-2 (81′ Vidal, 91′ Vargas) 

Esce vincitore il Cile dalla terza sfida della Confederations Cup 2017 in corso di svolgimento in Russia. Decisiva la ripresa quando, nonostante un miglioramento dei leoni d’Africa, la roja passa in vantaggio con Vidal (migliore in campo) e chiude i giochi nel recupero con la trentacinquesima marcatura in nazionale di Vargas, a cui nel primo tempo ne era stata annullata una dopo la revisione della VAR.

CAMERUN

Ondoa 6.5

Di più non poteva fare. Nel primo tempo salva su due volte su Vargas e manda in angolo il destro di Puch. Incolpevole sui gol.

 Fai 5.5

Le avanzate di Isla, Fuenzalida e Aranguiz sono difficili da contrastare. A differenza di Mabouka si sveglia solo nel finale.

 Ngadeu 6

Fatica come i compagni a contenere le offensive cilene. In compenso è più volte pericoloso coi suoi colpi di testa in area avversaria.

Teikeu 5.5

Stesso discorso di Ngadeu, la velocità non è il suo forte e gli avversari ne approfittano.

Mabouka 6

Soffre la spinta di Beausejour. Nel primo tempo non aiuta Bassogog in attacco costringendolo agli straordinari, mentre nella ripresa cambi atteggiamento spingendosi oltre la metà campo e mostrando l’altra faccia della medaglia.

Djoum 6

Costante pressing sui centrali del Cile e una presenza concreta in campo. Uno dei migliori dei suoi.

Siani 6

Si trova spesso impreparato di fronte agli attacchi della Roja. Il fisico lo aiuta a non affondare. Proprio la sua fisicità lo aiuta a prendere terreno dopo l’intervallo (dall’85’ Ngamaleu s.v.)

Anguissa 5.5

Anche lui trema quando Vidal e Aranguiz spingono. Nella ripresa come i compagni trova più vitalità e si vede anche in avanti (dal 90′ Mandjeck s.v.)

Bassogog 6.5

Con quella densità è difficile essere pericolosi. Fin dall’inizio si vede la grande voglia, che dà i suoi frutti col passare dei minuti. Un secondo tempo di grande intensità.

Aboubakar 6.5

In una squadra non brillante è lui ad assumersi il peso dell’attacco. Simbolo del cambio di ritmo camerunese nella ripresa.

Moukandjo 6

Come i compagni non si vede molto, ma con il pallone in campo aperto si comporta bene.

All. Broos 6

Il cambio di terzini last minute mostra le sue conseguenze. Inizio in salita per i suoi, ma nel secondo tempo si vede la reazione.

CILE

Herrera 6

Buon intervento su Aboubakar a inizio di gara. Secondo tempo più impegnativo ma lui si fa trovare sempre pronto.

Isla 6.5

Accompagna spesso l’azione sulla sinistra, mettendo grande pressione a Fai. Non sempre presente in fase difensiva. Spinta costante fino al fischio finale.

Jara 6

Dei due difensori è quello più impegnato in fase di possesso. Con il passare dei minuti la stanchezza lo mette un po’ in difficoltà ma lui regge.

Medel 5.5

Fa il compitino e regala un pallone ad Abounakar che sfiora il vantaggio. Lotta fino alla fine ma soffre la stazza e la velocità di Aboubakar.

Beausejour 6

Molto propositivo sulla sinistra dove spesso porta ad abbassarsi il terzino camerunese.

Vidal 7

Fa il suo lavoro in maniera ottima, la sua presenza si vede sia in prima costruzione che al limite, dove offre buoni spunti ai compagni. Suo l’elegante assist per il gol annullato a Vargas dalla VAR. Secondo tempo di grande personalità a cui si aggiunge la rete di testa che regala i tre punti ai sudamericani.

Dìaz 6

Si abbassa spesso tra i centrali per impostare. Dà ordine alla squadra nel primo possesso. Arànguiz 6 Gioca semplice ma concreto e sbaglia poco, verso metà della ripresa comincia a calare e viene sostituito (dal 71′ Silva 6: lotta su tutti i palloni e offre un costante schermo davanti alla propria retroguardia).

Fuenzalida 6.5

Subito molto attivo e pericoloso. Quando Isla avanza lui si accentra e genera ottime trame con Vargas (dal 64′ Valencia 6: entra subito in partita e spinge come Fuenzalida).

Vargas 7

Subito un palo. Si prende spesso la palla e sforna ottime giocate. Segna prima dell’intervallo ma la VAR spegne la sua gioia. L’assistente digitale però contraddice l’arbitro anche nel finale di gara, quando avviene l’esatto contrario: l’arbitro annulla la rete dell’ex Napoli ma con l’aiuto della VAR, viene poi dato il 2-0.

Puch 6

Si vede la prima volta al 24′ con una bella conclusione dai venti metri. Prestazione più che sufficiente (Dal 58′ Sanchez 7: la stanchezza post-Premier si fa sentire. Il top player cileno fatica ad entrare in partita ma a 10 minuti dalla fine confeziona l’assist per l’1-0 di Vidal, seguito da un paio di giocate di ottima fattura).

All. Pizzi 6.5

Tiene fuori Sanchez per farlo riposare, ma le forze fresche in campo non lo deludono. Nella ripresa effettua cambi piuttosto offensivi ma la stanchezza dei suoi è eviden

© riproduzione riservata