Calcio femminile, Europei 2017: Italia sconfitta all’esordio dalla Russia

di - 17 luglio 2017

L’Italia di calcio femminile guidata da Antonio Cabrini perde all’esordio agli Europei 2017 in scena in Olanda contro la Russia. Le azzurre non riescono ad aprire con una vittoria il loro torneo allo Sparta Stadion di Rotterdam e vengono sconfitte 2-1 da una Russia solida in grado di colpire la squadra italiana nei momenti di disattenzione.

I gol della squadra russa sono arrivati entrambi nel primo tempo e hanno gelato Antonio Cabrini e le sue giocatrici che comunque non avevano approcciato al meglio la partita perdendo diversi palloni e lasciando un po’ troppa iniziativa alle avversarie. Il primo gol è arrivato al 9′ con Danilova che da fuori area ha sorpreso anche Marchitelli sul suo palo e ha consegnato il vantaggio alla propria squadra. Il raddoppio è arrivato invece da azione di calcio d’angolo con Morozova che al 26′ è riuscita a smarcarsi al meglio in mezzo all’area anticipando la difesa azzurra e con un colpo di testa ha insaccato il pallone. Grande precisione e due azioni pericolose su due che sono diventate gol per la Russia con un’Italia poco in palla nei primi 45′. Unica occasione degna di nota un gran tiro a giro di Carissimi che però non riesce a sorprendere Shcherbak che compie un grande intervento e devia il pallone sulla sua destra con i pugni.

Altro atteggiamento quello dell’Italia nel secondo tempo con le ragazze di Cabrini che hanno rischiato in un paio di occasioni vista la spinta offensiva e gli spazi lasciati davanti a Marchitelli che con un super intervento tiene a galla le sue compagne. La spinta dell’Italia è decisa ma mancano ancora le idee in fase di conclusione con la solo Gabbiadini pericolosa che colpisce un pallone vagante in area ma l’estremo difensore russo Shcherbak mette in mostra la sua reattività e devia in angolo. Buona la spinta data da Bonansea entrata al 70′ al posto di Guagni con alcune discese sulla fascia di sinistra che hanno creato non pochi problemi alla difesa russa. La replica dell’Italia arriva poi con Ilaria Mauro che all’88’ riaccende le speranze italiane insaccando un pallone servitole da Girelli dopo aver sprecato un’altra occasione in cui si è trovata da sola di fronte alla porta dopo aver anticipato entrambi i centrali avversari.

Negli ultimi minuti di match e nel recupero l’Italia ci prova e ha un paio di enormi occasioni tra cui una traversa con il pallone che poi rimbalza sulla linea di porta ma Gabbiadini non riesce ad intervenire con il tap in vincente e il pallone esce dallo specchio della porta. Italia poco fortunata nel finale che si vede anche annullato un gol per un fuorigioco di Bartoli, ben segnalato da un arbitro che ha diretto la sfida in maniera discutibile in alcuni momenti, che aveva insaccato un cross della capitana dell’Italia.

Si complica ora il percorso delle azzurre che nel gruppo B dovranno sfidare ancora Germania e Svezia che sono due squadre di alto livello e puntano entrambe ad un piazzamento importante. Non bene le azzurre nel complesso con poche idee davanti ad una Russia organizzata e schierata al meglio in campo dalla propria allenatrice con un 4-1-4-1 che in fase difensiva si trasformava in un 5-4-1 chiudendo al meglio tutte le linee di passaggio ed isolando sia Mauro che Gabbiadini che non sono state in grado di mettere in mostra le loro caratteristiche.

RIVIVI IL LIVE DEL MATCH SU SPORTFACE.IT

© riproduzione riservata