Mondiali Londra 2017, Trinidad e Tobago sul trono dei 4×400 maschili

di - 13 agosto 2017

Termina il Mondiale di atletica leggera di Londra 2017, ultima giornata di domenica 13 agosto caratterizzata da una bella scorpacciata di finali nella sessione serale. Grande spettacolo con la staffetta 4×400 maschile che a sorpresa ha visto trionfare il Trinidad&Tobago con un super crono di 2:58.12 mentre la medaglia d’argento è andata agli Stati Uniti con 5 decimi di ritardo: applausi a scena aperta per la Gran Bretagna che ha saputo centrare il bronzo a 2:59.00. Nella staffetta 4×400 femminile, invece, la Gran Bretagna si è piazza seconda dietro solamente agli Stati Uniti capaci di chiudere in 3:19.02. Bronzo alla Polonia con 3:25.41.

Archiviate le competizioni a squadre, il salto in alto maschile è stato vinto da Mutaz Essa Barshim a quota 2.35. Oro dunque per il Qatar mentre l’argento è andato agli atleti neutrali autorizzati grazie al 2.32 registrato da Danil Lysenko, medaglia di bronzo per Majd Eddin Ghazal della Siria. Grande risultato per il Kenya che nella finale dei 1500 metri maschili fa doppietta con Elijah Motonei Manangoi, oro a 3:33.61 battendo in volata il connazionale Timothy Cheruiyout di soli 3 decimi. Bronzo norvegese con Filip Ingebrigtsen.

Le finali femminili invece hanno visto trionfare Sandra Perkovic nel lancio del disco in una gara assolutamente dominata con il punteggio di 70.31. Solamente l’australiana Dani Stevens ha provato a reggere la super prestazione della croata con 69.94 mentre il bronzo è andato alla Francia, prima medaglia in questo Mondiale, con il 66.21 di Melina Robert-Michon. Caster Semenya si conferma la leader della corsa in campo femminile vincendo la 800 metri a 1:55.16 assicurando la medaglia d’oro al Sudafrica. Argento al Burundi con Francine NiyonSaba mentre il bronzo è statunitense grazie ad Ajee Wilson. Finale dei 5000 metri vinta dal Kenya con Hellen Onsando Obiri a 14:34.86 dominando davanti ad Almaz Ayana (Etiopia) con ben 6 secondi di ritardo e bronzo per l’olandese Sifan Hassan.

IL MEDAGLIERE DEI MONDIALI DI LONDRA 2017

© riproduzione riservata